2000 nell'Esercito: domande a gennaio

Per il 2018 è indetto il reclutamento nell’Esercito di 8.000 VFP 1, ripartiti in quattro blocchi di incorporamento.

Per il primo blocco, con prevista incorporazione nel mese di maggio 2018, ci sono 2.000 posti, di cui:
- 1960 per incarico/specializzazione che sarà assegnato/a dalla Forza Armata;
- 10 per la posizione organica di “elettricista” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
- 10 per posizione organica di “idraulico” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
- 10 per posizione organica di “muratore” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
- 5 per posizione organica di “maniscalco” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
- 5 per posizione organica di “meccanico di automezzi” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1).

La domanda di partecipazione può essere presentata fino al 24 gennaio 2018, per i nati dal 24 gennaio 1993 al 24 gennaio 2000, estremi compresi.

Possono partecipare al reclutamento coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana;
b) godimento dei diritti civili e politici;
c) aver compiuto il 18° anno di età e non aver superato il giorno del compimento del 25° anno di età;
d) non essere stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, ovvero non essere in atto imputati in procedimenti penali per delitti non colposi; e) non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una Pubblica Amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di Pubbliche Amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare, ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze Armate o di Polizia, a esclusione dei proscioglimenti a domanda, per inidoneità psico-fisica e mancato superamento dei corsi di formazione di base di cui all’articolo 957, comma 1, lettera e-bis del Codice dell’Ordinamento Militare;
f) aver conseguito il diploma di istruzione secondaria di primo grado (ex scuola media inferiore). L’ammissione dei candidati che hanno conseguito un titolo di studio all’estero è subordinata all’equipollenza del titolo stesso rilasciata da un qualsiasi ufficio scolastico regionale o provinciale, con riportato il giudizio sintetico (ottimo, distinto, buono, sufficiente) o la votazione;
g) non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
h) aver tenuto condotta incensurabile;
i) non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;
j) idoneità psico-fisica e attitudinale per l’impiego nelle Forze Armate in qualità di volontario in ferma prefissata di un anno, conformemente alla normativa vigente alla data di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana; k) esito negativo agli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool e per l’uso, anche saltuario od occasionale, di sostanze stupefacenti nonché per l’utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico;
l) non essere in servizio quali volontari nelle Forze Armate.
I candidati che intendono accedere ai posti previsti per “elettricista”, “idraulico”, “muratore”, “maniscalco” e “meccanico di automezzi” devono possedere anche ulteriori requisiti specifici.

Tutti i dettagli sul bando integrale disponibile qui.

La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere compilata necessariamente on-line sul portale https://concorsi.difesa.it/default.aspx e inviata.

 

 
 

 

La rivista in edicola

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 38 visitatori collegati.