Un quotidiano all’ora del tè

Settecento e più nuove occasioni di lavoro: nasce la nuova avventura editoriale romana della Edizioni Fast, società del gruppo Dodaro, pronta a lanciare prima dell’estate “Il Quotidiano della sera”. La nuova testata si propone di fornire un’informazione tempestiva, anticipando le notizie che gli altri giornali pubblicano soltanto il mattino successivo dando spazio prevalentemente ai fatti avvenuti nella Capitale. Ma parliamo ora delle selezioni. In prima battuta c’è bisogno di reclutare gli operatori per il nuovo impianto di stampa che ha sede sulla Tiburtina, dove si trovano anche la redazione, gli uffici amministrativi e quelli della società concessionaria di pubblicità. Spazio anche ai corrispondenti di quartiere: l'obiettivo è di creare una rete di almeno 200 collaboratori capaci di raccogliere notizie e girarle alla redazione centrale. I collaboratori, diplomati, saranno avviati al mondo giornalistico attraverso un corso di formazione gratuito. Chi poi avrà la bravura e la costanza di proseguire nella collaborazione per due anni avrà le carte in regola per diventare giornalista pubblicista. Ma il contingente più numeroso che si avvia ad essere reclutato è quello dei diffusori: si parla di almeno 500 giovani. «il ruolo di diffusore del giornale – precisano dalla Edizioni Fast - si svolge in un arco di tempo limitato, mentre quello di corrispondente di quartiere non ha alcun vincolo di orario» Tutte le informazioni per candidarvi le trovate su Roma Lavoro n° 52, in edicola dal 30 marzo al 19 aprile. Giovanni Borghi

La rivista in edicola

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 50 visitatori collegati.