/ Annunci di lavoro / 159 Collaboratori e Funzionari per Ministero Giustizia Amministrativa, Corte dei conti e Avvocatura dello Stato

159 Collaboratori e Funzionari per Ministero Giustizia Amministrativa, Corte dei conti e Avvocatura dello Stato

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 61 del 2 agosto è stato pubblicato un concorso per la ricerca complessiva di 159 risorse da inquadrare nei ruoli del personale amministrativo scadenza della domanda.

Domande entro il 1º settembre
Giustizia amministrativa (88 funzionari)
Corte dei conti (53 collaboratori)
Avvocatura dello Stato (17 funzionari). Il personale reclutato verrà inquadrato nell’area terza – fascia retributiva F1.
Per partecipare al concorso è richiesta una laurea in Scienze dei servizi giuridici, Scienze politiche, Scienze dell’economia e della gestione aziendale, Scienze economiche, Scienze dell’amministrazione, Giurisprudenza, Scienze dell’economia, Scienze economico-aziendali, Scienze delle pubbliche amministrazioni, Relazioni internazionali o Scienze della politica.

Requisiti di ammissione
Per l’ammissione al concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
a) cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea;
b) godimento dei diritti politici;
c) titolo di studio tra i seguenti:
– Laurea di primo livello secondo la classificazione di cui al decreto ministeriale n. 270 del 2004:
L-14 – Scienze dei servizi giuridici;
L-16 – Scienze politiche;
L-18 – Scienze dell’economia e della gestione aziendale;
L-33 – Scienze economiche;
L-36 – Scienze dell’amministrazione;
– Laurea magistrale di cui al decreto ministeriale n. 270 del 2004:
LMG /01 – Giurisprudenza;
LM-56 – Scienze dell’economia;
LM-77 – Scienze economico-aziendali;
LM-63 – Scienze delle pubbliche amministrazioni;
LM-52 – Relazioni internazionali;
LM-62 – Scienze della politica;
– Diploma di laurea del vecchio ordinamento o laurea specialistica equiparati alle suindicate classi di laurea magistrale (decreto ministeriale n.270 del 2004) secondo il decreto interministeriale del 9 luglio 2009 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 7 ottobre 2009, n. 233. I candidati in possesso dei suddetti titoli di studio rilasciati da un Paese dell’Unione europea, sono ammessi a partecipare ove gli stessi siano stati equiparati con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, ai sensi dell’art. 38, comma 3 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165, da allegare alla domanda di partecipazione.

Per ulteriori informazione per la partecipazione CLICCA QUI

Cerchi più offerte? Leggi tutti gli annunci di lavoro su RomaLavoro in edicola

Comments are disabled

Comments are closed.